Amore Universale

 

Premesse per il cambiamento

La Premessa

frattaleIl vero problema è quello di non innamorarsi delle parole, ma essere concreti per un cambiamento che possa migliorare noi stessi e la qualità della nostra vita.

Per chi inizia il cammino è consigliabile, imparare a conoscere e a controllare prima il corpo e poi la mente attraverso tecniche di rilassamento, di visualizzazione, di concentrazione, di meditazione, di autoipnosi, per immergersi sempre più nello specchio rivelatore della nostra interiorità, chiave per capire noi stessi.

Questo è il primo gradino concesso a tutti gli uomini che imparano a lavorare su se stessi. La strada è aperta a tutti. Una volta che abbiamo deciso, s'innesta un meccanismo che difficilmente s'interrompe. Dopo si potrà raggiungere altre mete, ognuno in rapporto con la propria personalità e la propria evoluzione.

E mano a mano che si procede ci si accorgerà che si è acquistato una maggiore serenità e sicurezza di se stessi; continuando nella ricerca, come per caso, s'incontra persone che stanno compiendo il nostro stesso cammino.

D'intuizione in intuizione, d'esperienza in esperienza, grazie al nostro volere, al nostro impegno, alla nostra volontà, creiamo un ponte di percezione per la nostra crescita SPIRITUALE.

La lettura

ponteRicordiamo che la parola scritta non risolve i nostri problemi dalla sera alla mattina, non è la semplice lettura di un libro da' autoguida che garantisce un cambiamento delle nostre condizioni, il contenuto dei libri, di per sé, può rimanere sterile.

Un uomo colto può riconoscere una verità e accettarla intellettualmente e tuttavia continuare ad agire in modo immaturo.

Bisogna accettare emozionalmente quello che abbiamo imparato e metterlo in pratica tutti i giorni.

I libri d'automiglioramento devono essere studiati e non letti come romanzo.

Per comprenderla e cosi attuare un mutamento fondamentale, dobbiamo comprendere noi stessi che siamo la causa di tutti i malanni, sia come gruppi, sia come individui.

Noi abbiamo creato conflitti e confusioni economiche e sociali. Un durevole ordine esterno ed una pace creativa nascono soltanto se ciascun porta ordine e pace in se stesso.

 

Il coraggio di Vivere

ponte 2Ricordiamoci che, ricchi e poveri siamo esposti tutte alle stesse minacce, alle malattie, alle tempeste, agli accidenti, alle guerre.

La nostra miglior difesa è di costruirci un'immunità interiore contro l'effetto di tutto questo sul nostro morale.

Per fare ciò, dobbiamo cominciare con la convinzione che possiamo sopravvivere, fisicamente ed emozionalmente, alle penose realtà della vita.

Riconosciamo davanti a noi stessi che il nostro dovere verso la famiglia, gli amici, è di vivere coraggiosamente a dispetto delle paure e degli scoraggiamenti in agguato intorno a noi.

Includiamo in questa filosofia l'amore per la vita, per i nostri simili e per la natura, e un senso di fede nell'umanità. Soprattutto, siamo realisti nel nostro atteggiamento verso noi stessi, la vita, e il mondo che ci circonda.

Il bisogno d'essere amati

frattaleIl bisogno d'essere amati è presente in tutti noi: pochi, tuttavia, comprendono che l'amore dev'essere guadagnato.

Per essere amati, dobbiamo essere capaci d'amare. L'amore è una condizione della mente, un senso d'intima tranquillità che si comunica agli altri, si che i più felici fra noi sono quelli che irradiano fiducia in se stessi.

La capacità d'amare è nell'anima di tutti: ma come il distratto cerca gli occhiali senza accorgersi di averli sul naso, noi cerchiamo l'amore dappertutto tranne che in noi stessi. Il vero amore è giusto, forte, ma non invadente. È tollerante, ma non dipendente.

L'amore è associato a una brama inestinguibile di stare insieme, di condividere le bellezze e le gioie della vita: una mutua contentezza, il vero amore trova la sicurezza nell'essere amato. L'amore se non è tenuto vivo, non può crescere.