Amore Universale

 

Il mondo apparente

L'uomo della massa, immerso nel mondo materiale, non avverte il bisogno della ricerca spirituale. Per gran parte dell'umanità non è ancora avvenuto il risveglio ai valori più alti, per questo vivono una vita prevalentemente dedita al godimento sensuale, alla reciproca sopraffazione, all'accumulo di beni che ritengono possano consolidare la propria sicurezza. 

Sono tanti i problemi della vita, ma per la maggioranza degli uomini si tratta di quelli d'ordine materiale: il lavoro, gli affari, la salute, la famiglia, eccetera. Se tutti i problemi d'ordine materiale hanno la loro importanza per stabilire le condizioni necessarie ad un'esistenza umana degna e decorosa, a mano a mano che l'uomo avanza sulla via dell'evoluzione, si accorge che il problema principale della ricerca della verità resta sempre il problema principale, il solo per il quale la vita merita di essere vissuta, il solo degno e meritevole di essere perseguito con tutte le proprie forze.

Dinanzi ad una salma immobile, rigida e fredda di chi abbiamo amato, sono pochi che non siano profondamente scossi e naturalmente portati a riflettere. Quando inizia il risveglio, si avverte l'insufficienza delle cose periture e si vuol cercare oltre l'effimero. È il primo passo.

Finché l'uomo non è risvegliato ai valori dello spirito ignora la vera origine dei fatti e soprattutto dei propri mali e allora ne cerca la causa fuori di sé, negli altri o nelle cose. I condizionamenti della società si basano proprio sull'illusioni di questo “io” personale e individualista, ossia l'ego, la personalità. Facendo tacere la mente, troveremo tutte le risposte.

Solo il riconoscimento della nostra essenza non duale conduce a una trasformazione del nostro modo di vivere nel mondo. Il vero fluire con la vita comporta una parola ostica alla maggioranza delle persone: abbandono, ovvero l'accettazione totale che a muovere ogni pedina e gli eventi della vita sia solo un grande disegno a incastro, proiettato dalla Mente Cosmica e che si manifesta attraverso ognuno di noi come un intricatissimo puzzle in cui non esiste niente di personale o individuale.

Per vivere realmente sereni dovremmo prima comprendere quel qualcosa che ci accomuna tutti, quell'Energia vitale, quella Forza suprema che permea l'universo e sostiene ogni essere senziente. L'Amore è l'espressione oggettiva della Sorgente. Ciò che esiste dopo la disfatta dell'ego è quello che è sempre esistito nel mondo fenomenico: AMORE

Torna Su